Free Mind

Heather Parisi

Il vangelo secondo Fedele Confalonieri

Posted 07 Settembre 2021

Non nascondo di aver ricevuto nei mesi, la richiesta di partecipare a qualche Talk Show di quelli che trattano l’attualità.

Ho sempre considerato la televisione Italiana, quasi come una casa per me.

Quando si accendeva la luce rossa della telecamera, il mio unico pensiero era di strappare un sorriso e un po’ di svago a chi mi guardava a casa.

Quello era il mio “mestiere” e quello che, penso, di saper fare.

Sono consapevole di non avere le competenze per parlare in tv degli argomenti che da oramai due anni monopolizzano la nostra vita, ma sarei ben felice di farmi portavoce di tutti coloro, e sono tanti, che hanno dubbi e reticenze su come sia stata gestita e continui ad essere gestita questa pandemia.

Lo farei come un qualsiasi altro cittadino che ha il dovere di difendere i propri diritti inviolabili. Lo farei confrontandomi con chi la pensa diversamente con pacatezza e rispetto delle altrui posizioni.

Che è poi quello che sarebbe dovuto accadere in tutti questi mesi e non è mai accaduto.  

Ed è questo il punto.

Quando leggo il pensiero di Fedele Confalonieri affermare che “le posizioni non sono trattate alla pari, è evidente. E i nostri conduttori, che sono in gamba, lo sanno benissimo. I No vax sono quattro gatti messi male insieme … noi dobbiamo far parlare tutti. Anche gli sfessati … in televisione anche i no vax servono ma nessuno li prende sul serio

capisco che in questi Talk Show della televisione non c’è spazio per chi ha dubbi e reticenze e quindi non c’è spazio nemmeno per me.

 

HPA

0 comments

Post a comments

Login or Register to leave a comment.