Free Mind

Heather Parisi

L'Immigrato di Checco Zalone

Posted 15 Dicembre 2019

Io ballerina tu Tarzan.

Per alcuni Webeti questo è il massimo che posso scrivere io, ballerina americana.

Non è anche questa discriminazione?

Non è discriminante l'idea che i tuoi pensieri siano valutati non già per il loro contenuto ma per chi sei, cosa fai, cosa indossi o la pronuncia che hai?

Ridurre ciascuna persona a uno stereotipo culturale, è la più grande pigrizia mentale dei nostri tempi.

Io rivendico il diritto di ciascuno di essere libero di esprimere i propri pensieri senza censure, ma anche senza pregiudizi.

E non esistono diritti di lesa maestà quando si esprime un pensiero.

Quando ho guardato il video de “L’Immigrato” di Checco Zalone, mi sono sentita a disagio.

Checco Zalone sono certa sia la persona più liberale, libertaria e tollerante di questo mondo, ma non sono altrettanto certa che il suo messaggio giunga a destinazione nel modo che vorremmo.

L’immigrato di Checco Zalone è un concentrato di luoghi comuni che non ha nulla di ironico.

L’ironia è altro. L’ironia consiste nel mostrare che è il suo contrario ad essere più credibile del luogo comune.

Se per spiegare l’ironia di una video musicale devo scomodare i maître a penser del giornalismo italiano e ricorrere a dissertazioni filosofiche, allora vuol dire che il messaggio non è poi così chiaro e capibile dalla maggioranza di coloro che lo riceveranno.

Forse l’intento di Zalone è veramente quello di stigmatizzare il sentire dell’italiano medio che si crede perseguitato dalla presenza degli immigrati, o forse Zalone con una certa paraculaggine, fa il nazionalpopolare e strizza l’occhio a chi sta da una parte e a chi sta dall’altra.

Ma è certo che alla fine raggiungerà il risultato di rafforzare l’idea che quei luoghi comuni rappresentino la sola realtà.

C’è il malinteso concetto per cui si possano usare gli stereotipi per fare ironia. Ma giocare con i simboli e con gli stereotipi, presuppone la forte consapevolezza che, spesso, gli effetti desiderati non coincidono con quelli ottenuti e si finisce per rimanerne scottati.    

HPA

7 comments

berenietzsche 27 Dicembre 2019 23:01

Nessuno ha il potere di farci sentire a disagio se non glielo permettiamo, o addirittura inferiori. In qualunque circostanza della vita, viviamo a testa alta, con le spalle dritte ed il petto in fuori. E, cambiando discorso, grazie Heather e grazie Umberto.

alfonso 27 Gennaio 2020 18:29

Carissima Heather, evviva, buon compleanno!🎈
Buon compleanno Heather e semplicemente Grazie per il grande affetto immeritato.
Sei una persona straordinaria e ... le persone straordinarie sono quelle che colgono l'essenza del vero così come si presenta senza frapporre inutili interferenze! Sei davvero unica!
Grazie a Dio esistono persone come te che di schianto ti rallegrano la giornata ... anche se si parla di virus, con la forza della tua semplicità, della tua umanità, della tua capacità di illuminare anche le pietre, tutte caratteristiche che hanno il timbro inconfondibile dell’eterno e della grandezza del tuo cuore.
Ti mando un big abbraccio a te, Elizabeth, Dylan and Umberto.💫
Che Dio vi benedica e che vi riservi tante cose belle perché la vostra “gang” cambia il mondo portando bellezza,sincerità, purezza e simpatia e amore di cui tutti hanno bisogno.
A presto
ALFONSO😊


PS: ti ho mandato una mail con una dedica speciale per il tuo compleanno🎈

Post a comments

Login or Register to leave a comment.