Free Mind

Heather Parisi

L'indignazione ipocrita del popolo del web quando non mi alzo in piedi

Posted 08 Maggio 2018

A chi ipocritamente si indigna quando non mi alzo in piedi.

In inglese si chiama "Standing Ovation". 

È il gesto di alzarsi in piedi in una occasione speciale, in omaggio a una persona alla quale si riconoscono meriti particolari.

Devono quindi concorrere due elementi: l'eccezionalità della persona e l'eccezionalità dell'evento.

Pretendere che lo si debba fare ogni volta che un ospite entra in scena è come usare il superlativo per ogni performance artistica o sportiva, ridere ad ogni battuta di un comico o piangere per ogni storia commovente.

Quando si reagisce con la stessa intensità di emozione a qualsiasi cosa accada, vuol dire che tutto rimane in superficie ed è terribilmente conformistica abitudine.

 

HPA

2 comments

roberta 08 Maggio 2018 14:09

Sono pienamente e perfettamente d'accordo con te carissima la mia Heather. Virgole comprese. What else?

diegos 18 Luglio 2018 07:11

Heather
Sono felice di questo tuo post, vivendo negli Stati Uniti da oltre 20 anni ed amando questo paese, nonostante il buffone arancione, la facile ‘standing ovation” che non discrimina più tra cio che se la merita e ciò che non se la merita, mi manda ai matti .... abitudine imperversante qui on my side of the pond.
Io mi rifiuto di soccombere a questa nuova moda e se uno spettacolo non se lo merita non mi schiodo dalla sedia.
Come sempre ammiro la tua integrità artistica e ti seguo con affetto.
Ho appena visto quello che é successo con la Ventura, i video non sono disponibili qui negli states ma immagino di aver capito the gist of it. Naturalmente concordo con la tua posizione, non sul cantante,che non ho mai sentito cantare, ma sulla pericolosità degli attacchi sui social. Personaggi popolari dovrebbero prestare attenzione ai loro post perché purtroppo in questi tempi le cose crescono esponenzialmente con grande facilità.

Quando io lasciai l’Italia nel 1997 la De Filippi stava emergendo e io non sono mai stato un fan, una questione a pelle e anche esperienze che ho vissuto ai margini del suo circolo che non mi sono piaciute affatto. Al di là del personaggio però comunque trovo che tutte le sue produzioni, per quello che ho visto, giochino solo sul sensazionalismo e la facilità di catturare l’attenzione di un pubblico avido di litigi, violenza, drammi. Mi sembra una continua promulgazione del dilettantismo e della ricerca di scorciatoie per ottenere fama. Per quanto il tuo successo in Italia sia arrivato forse per una fortunata coincidenza, tu sei il simbolo del professionalismo, dell’etica del lavoro e del grande infinito talento accompagnato dal grande training.... per cui mi chiedo perché hai partecipato? Che cosa hai visto in questo tipo di spettacolo che io non riesco a vedere o a capire? Non credo che un personaggio come te si faccia aggiogare solo da un cache considerevole, forse é il tuo rapporto con Luca... grande ballerino di un tempo, immagino amico? Faccio questa domanda sinceramente perché ammiro la tua onestà e il tuo punto di vista.
Con affetto
Diego

Post a comments

Login or Register to leave a comment.